Sistema informativo cultura in cifre

Da schedefontidati.istat.it.

Cultura in cifre

http://culturaincifre.istat.it/

Obiettivi del sistema informativo e quadro di riferimento

Il sistema informativo è un portale tematico che contiene informazioni e dati sulla produzione, sulla distribuzione e sulla fruizione culturale in Italia. L’idea di realizzare delle pagine web specificamente dedicate alla cultura nasce dall’esigenza di rendere maggiormente accessibile all’utenza l’informazione statistica ufficiale, raccogliendo in un sistema informativo integrato i dati e le informazioni statistiche che riguardano il settore culturale, per favorire una visione meno frammentaria delle statistiche culturali. Nel corso degli ultimi anni, infatti, a fronte del rapido evolversi dei fenomeni legati alle attività ed ai comportamenti culturali sempre più complessi e articolati anche in conseguenza dell'impatto delle nuove tecnologie digitali, la statistica ufficiale ha dovuto fare fronte a esigenze informative crescenti e diversificate, coprendo nuove dimensioni tematiche nuove e nuovi specifici target di utenza. Le informazioni disponibili si sono così arricchite progressivamente, avvalendosi di molteplici fonti, sia campionarie sia di tipo amministrativo, e si è imposta l’esigenza di fornire un quadro di insieme, attraverso l’integrazione delle fonti e dei dati disponibili.

In quest’ottica, il sito "Cultura in cifre" si propone i seguenti obiettivi:

• integrazione: raccogliendo e valorizzando i contributi informativi prodotti, oltre che dall’Istat, dalle diverse fonti ufficiali d’informazione statistica che operano nel settore;

• trasparenza: organizzando e presentando i dati in modo da favorirne la leggibilità, attraverso informazioni dettagliate sulle fonti e sui processi di produzione statistica;

• armonizzazione: raccogliendo e confrontando le definizioni, le classificazioni e le metodologie utilizzate dalle varie fonti statistiche e nell’ambito delle diverse indagini;

• accessibilità: fornendo un’informazione statistica più dettagliata e consentendo, ove possibile, la ricerca e l’interrogazione personalizzata dei dati;

• tempestività: diffondendo i dati aggiornati in modo più rapido.

Il sistema rappresenta quindi un punto di accesso a dati e metadati che raccoglie e sistematizza in un contesto semantico organico e coerente le statistiche rese disponibili da una pluralità di fonti dirette e indirette, allo scopo di renderle maggiormente accessibili alle diverse tipologie di utenti interessati ai temi culturali.

Contenuti

Nel progettare l’architettura logica del sito è stata adottata un’organizzazione tematica e modulare delle informazioni. Sono state, quindi, previste nove porte di accesso tematiche:

1) Editoria

2) Biblioteche

3) Archivi

4) Musei

5) Sport

6) Spettacoli

7) Cinema

8) Radio e Tv

9) Varie.

La definizione del settore culturale e la sua articolazione in ambiti tematici sono state elaborate sulla base del framework concettuale e metodologico proposto in sede internazionale dal Leadership Group on Cultural Statistics (LeG), il gruppo di lavoro costituito nel 1995 da Eurostat per promuovere l’armonizzazione delle statistiche culturali a livello europeo, nonché le successive indicazione proposte nell'ambito del progetto ESSNet Culture, un network composto da alcuni organismi nazionali, volto a produrre analisi pilota e proposte metodologiche utili per l’intero Sistema Statistico Europeo.

Le iniziative e le attività internazionali LeG ed ESSNet Culture, partendo dalla classificazione statistica dell’Unesco, hanno fornito un quadro concettuale di riferimento per la definizione delle attività culturali. In particolare, per le statistiche culturali che riguardano l’Italia, agli ambiti tematici proposti è stato aggiunto lo sport, in virtù della rilevanza culturale e sociale che questo assume nel nostro Paese. Alle prime otto sezioni, corrispondenti a specifici settori delle attività culturali, è stata inoltre aggiunta un’ulteriore sezione, denominata “Varie”, destinata a ospitare le informazioni che riguardano la cultura in generale e che non sono ascrivibili a un singolo settore tematico. In tale sezione sono stati raccolti, rielaborati e pubblicati dati statistici estrapolati da indagini e fonti che riguardano ambiti non specificatamente culturali, ma che indirettamente forniscono informazioni di rilevante interesse culturale (ad esempio: i conti economici per ricreazione e cultura, i consumi culturali delle famiglie, la spesa familiare per tempo libero, cultura e giochi, le associazioni culturali, sportive e ricreative, i prezzi dei prodotti per ricreazione, spettacoli e cultura, i corsi per la promozione e la formazione culturale degli adulti eccetera).

Output informativo

Le diverse dimensioni tematiche in cui è articolato il sistema informativo contengono dati e indicatori relativi a numerosi aspetti legati alle attività culturali nel nostro Paese. Per fornire un’informazione il più completa possibile, oltre ai dati rilevati direttamente dall’Istat, sono stati raccolti ed elaborati i dati prodotti dalle principali fonti istituzionali, tra le quali: il Ministero per i beni e le attività culturali ed il turismo (Mibact), l’Istituto centrale per il catalogo unico (Iccu), la Società italiana autori ed editori (Siae), la Rai, Mediaset, il Ministero delle comunicazioni, il Coni, eccetera.

I dati quantitativi sono stati corredati con le informazioni necessarie per una loro corretta lettura e interpretazione, riportando i metadati relativi alle caratteristiche metodologiche di ciascuna indagine, nonché alle definizioni e alle classificazioni adottate, e fornendo le indicazioni necessarie per risalire alle fonti originarie.

I dati disponibili a livello nazionale sono stati integrati con quelli territoriali, prodotti dalle Regioni, dalle Province e dalle altre amministrazioni locali. Ove possibile, per permettere una rappresentazione e un’analisi territoriale dei fenomeni culturali, nelle tavole è stata proposta una disaggregazione a livello provinciale, o almeno regionale, dei dati.

A fronte dell’ampia varietà e quantità di informazioni contenute nel sito, è stata individuata l’esigenza di semplificare il più possibile la navigazione da parte dell’utente; si è ritenuto quindi opportuno proporre degli itinerari di consultazione standard, in modo da fornire agli utenti dei punti di riferimento stabili, immediatamente riconoscibili. Per questo motivo, nelle diverse pagine web e per tutte le sezioni tematiche in cui si articola il settore cultura, sono stati previsti menù di consultazione con la medesima struttura.

In particolare, in ogni videata è presente una barra centrale con il menù principale che contiene i puntatori alle pagine: Home, Guida al sito, Contenuti, Settori, Cerca. Con tale strumento, l’utente dispone, in ogni momento, di tutte le informazioni e le coordinate per orientarsi nell’ambiente del sito e delle funzionalità necessarie per la navigazione. Ciascuna sezione tematica è poi consultabile attraverso un menù di navigazione standard, riportato in una barra verticale, che prevede i seguenti argomenti:

• Presentazione

• Dati

• Indagini

• Approfondimenti

• Definizioni

• Classificazioni

• Pubblicazioni

• Link.

In particolare, nella sezione Pubblicazioni vengono proposti i principali prodotti editoriali di natura prettamente statistica inerenti il settore culturale. Ove possibile, le pubblicazioni sono consultabili e scaricabili direttamente dal sito (in formato pdf o html). Per le pubblicazioni non disponibili in formato elettronico, sono riportati i riferimenti bibliografici. L’ordine di presentazione è cronologico, in base all’anno di riferimento dei dati, e per area tematica. Le pubblicazioni non riferibili a uno specifico settore e/o relative a più settori culturali sono raccolte, invece, nella sezione Varie. Nelle pagine dedicate agli Approfondimenti sono raccolti e riportati i principali contributi di analisi e di ricerca nel settore culturale, quali atti di convegni, relazioni a seminari, articoli e i documenti di lavoro non sempre disponibili in forma di pubblicazione a stampa. Sono raccolte, inoltre, informazioni relative alle principali manifestazioni e iniziative, nonché ai documenti normativi che interessano il settore culturale ed hanno rilevanza in ambito statistico. Al fine di favorire la corretta interpretazione dei dati, in Definizioni sono forniti i glossari con la descrizione dei principali termini utilizzati nell’ambito delle indagini e delle statistiche proposte per ciascun settore culturale. Nelle pagine dedicate a Classificazioni sono riportati i criteri di aggregazione adottati per la categorizzazione e la descrizione statistica dei principali fenomeni relativi a ciascun settore. In Indagini si forniscono le informazioni per la descrizione dei contenuti e delle metodologie adottate nell’ambito delle principali fonti statistiche ufficiali e delle principali rilevazioni di interesse culturale. In tal modo si permette all’utente di acquisire i metadati necessari per la corretta interpretazione delle informazioni quantitative riportate nella sezione del sito intitolata appunto Dati. Tutti i dati sono forniti in forma di tabelle xls, scaricabili in locale. La sezione Link propone i collegamenti alle principali istituzioni che si occupano del settore culturale, con particolare riferimento a quelli di interesse statistico.

Per rendere immediatamente accessibili i dati in serie storica relativi ai principali risultati delle indagini Multiscopo dell'Istat legati alla partecipazione culturale, nonché quelli dell'indagine sulla produzione libraria, il sito "Cultura in cifre" ospita dei Datawarehouse realizzati ad hoc, che consentono l'interrogazione automatica dei dati disponibili e la costruzione di tavole statistiche personalizzate. Utilizzando tali strumenti ciascun utente può navigare tra i dati disponibili senza percorsi di consultazione predefiniti, scegliendo il tipo e il livello di dettaglio delle informazioni secondo le proprie esigenze specifiche e incrociando variabili descrittive in modo personalizzato. L’interfaccia è progettata per un uso intuitivo anche da parte di utenti non esperti e contiene in un’unica pagina tutte le funzionalità necessarie per l’accesso e la consultazione dei dati.

Prospettive

Il sistema infromativo è uno strumento agile e duttile, destinato ad arricchirsi di contenuti e ad aprirsi sempre di più verso l’esterno per dare piena visibilità alle informazioni disponibili, prodotte dalle diverse fonti. In particolare, in prospettiva, si cercherà di sviluppare ulteriormente i contenuti informativi del sistema, promuovendo lo scambio di dati anche con enti esterni all'Istat, nell’ambito di progetti di collaborazione con altre istituzioni che porteranno all’ampliamento delle fonti e dei contributi statistici per una maggiore conoscenza del settore culturale in Italia. A questo proposito sono state avviate attività in collaborazione con il Ministero competente (Mibact) per lo sviluppo di portali tematici e Atlanti statistici che consentono di gestire dati georefenziati, sulla base del modello prototipale costituito dal Sistema Informativo Integrato "I musei italiani" (http://imuseiitaliani.beniculturali.it), il quale fornisce informazioni e dati dettagliati su tutti i musei, le aree archeologiche e i complessi monumentali, statali e non statali, accessibili al pubblico in Italia.

In particolare si cercherà di potenziare la rappresentazione territoriale dei fenomeni, attraverso funzionalità e strumenti di analisi e navigazione che consentano di restituire e valorizzare le informazioni con dettaglio territoriale. La visualizzazione delle informazioni quantitative attraverso mappe e atlanti statistici permetterà di apprezzare maggiormente le caratteristiche e la distribuzione dei fenomeni a livello locale. Inoltre si intende sviluppare il sistema per proporre grafici dinamici in grado di fornire all’utente un'immagine immediata sulle dimensioni e l'evoluzione dei fenomeni di particolare rilievo. Infine lo sviluppo di un set di indicatori chiave multifonte, opportunamente selezionati, potrebbe permettere all’utente di costruire un efficace quadro di sintesi sugli aspetti più rilevanti sul settore culturale.

Link

http://imuseiitaliani.beniculturali.it


Scheda redatta da

Fabrizio Arosio arosio@istat.it